29 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Mail del Prof. Giancarlo Chittolini - Maratona Terre Verdiane 2013

21-02-2013 19:33 - News Generiche
Volentieri pubblichiamo la seconda mail inviataci dal Prof. Giancarlo Chittolini, organizzatore della Maratona delle Terre Verdiane.

"Prima ci hanno provato le elezioni politiche a fermarla: niente da fare, si corre. Poi l´anca dell´organizzatore Gian Carlo Chittolini: , sentenziano i medici. dice l´anima della , in programma domenica: è la XVI edizione. Eppure, Chittolini : un po´ fa il forte, un po´ se la fa sotto. Intervento riuscito alla perfezione, lastra della nuova arrivata in metallo pubblicata in mondovisione su Facebook, e solo voglia di ripartire. Con mille e più problemi, che avrebbero fatto arrendere chiunque: organizzazione sempre più complessa, costi che lievitano, istituzioni e sponsor col braccino, per necessità, sempre più corto. Ma anche mille e più motivazioni. L´allenatore di innumerevoli imprese sportive, l´artefice di decine di riuscitissimi eventi, si piega, ma non si spezza. E non si accontenta; anzi, rilancia. Nell´anno del Bicentenario Verdiano non si può pensare di gettare la spugna: è una corsa nata nel nome del cigno di Busseto, non si possono voltare le spalle alla storia. C´è un senso di responsabilità a cui tener fede. . Gli amici, quelli che possono chiamarlo , o , non credono ad una parola: in pantfole non se lo immaginano. Lunga vita alla maratona, quindi.
Per stare in piedi, però, bisogna prendere la crisi per il collo e inventarsi qualcosa. Via Salsomaggiore, allora, dall´itinerario delle quattro gare (cinque se si considera la 10 km non competitiva per tutti: passeggini, papà, mamme, nonni, animali): una pugnalata al cuore, e una alla tradizione, se si pensa che tra l´erba medica e il frumento della campagna salsese Chittolini è nato. Da quelle parti, qualcuno lo chiama pure , a maggior ragione di questi tempi che un vero sindaco, a Salso, non c´è. Però si è fatto di necessità virtù: partenza unica dal Fidenza Village, per una logistica più funzionale e un percorso, liscio come un tavolo da biliardo, da prestazione record. Immutata, l´atmosfera: , assicura Chittolini. Vero. Tanto che negli anni alla maratona sono accorsi i campioni (leggi Stefano Baldini, Maria Guida, Alessandro Lambruschini), ma anche i personaggi: uno su tutti, Gianni Morandi. E´ un tracciato, lungo la di Giovannino Guareschi e nel cuore del territorio verdiano, unico al mondo. Se la possibilità di macinare chilometri tra queste terre ancora esiste, il merito è della passione, mista a pazzia, di Chittolini; ma anche di quell´esercito di persone che compongono il comitato organizzatore. Volontari, per di più. Gente che si preoccupa di reperire risorse (quindi, talvolta, di raschiare il barile), allestire i ristori e gli spugnaggi, rendere impeccabile il cerimoniale, garantire la sicurezza, assicurare l´efficienza dei trasporti. è un colosso che ha la testa di Chittolini e le mille braccia dei volontari. Che hanno nomi e cognomi. Sergio Pagani, per esempio, presidente della : sta dietro le quinte, ma lavora per cento. Egidio Cremona: nome da mago, perché non si sa come faccia a non sbagliare un colpo, da anni, nell´organizzare i rifornimenti. Se cerimoniale, organizzazione e logistica non lasciano mai a desiderare, è merito soprattutto di Antonio Gasparelli e Giuseppe Corsini, Sergio Vaccari e Piero Virgenti. E la segreteria, l´assegnazione dei pettorali? Materia preferita di Roberto Frati e Alfredo Bisoli, sotto la regia di Cristian Memè ed Elena. Cosa nascondono invece gli altoparlanti sistemati lungo il percorso? La arie verdiane, sì. Ci vuole però chi le diffonde: a questo pensano Franco Sartori e Gibo Berzolla. A garantire che sul percorso tutti fili liscio, sono sempre presenti la Polizia e la Protezione Civile delle Terre Verdiane, la Pubblica Assistenza di Salsomaggiore e Busseto, nonché la Croce Rossa di Fontanellato e Soragna, diretta dallo stratega Rino Colombi. Un plauso va ai gruppi podistici della provincia, dal Quadrifoglio al gruppo podistico della Pubblica di Busseto, capitanato da Giorgio Dioni, passando per il Casone Noceto, i podisti di Sorbolo e i Marciatori Parmensi: non fanno mai mancare i loro atleti. A dare una mano, vicini ai valori che la Maratona delle Terre Verdiane vuole diffondere, i sindaci dei Comuni attraversati dalla corsa e l´Unione Terre Verdiane, nella persona del presidente Salvatore Iaconi Farina: hanno abbracciato la manifestazione, coccolandola. Infine, un grazie speciale al Comitato Roncole Verdi 1813-2013: sono loro i forgiatori delle oltre duemila medaglie raffiguranti la casa natale del Maestro. Un ricordo impareggiabile che, al traguardo, finirà al collo di ogni podista.
".

Fonte: Giovanni Saglia

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio