14 Agosto 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

7 Giugno 2015 San Salvo, Chieti. Campionati italiani master di corsa su strada - Sognando la pioggia

10-06-2015 07:55 - News Generiche
"Da dove arriva la forza per terminare una corsa?", chiedeva Eric Liddell nel film "Momenti di Gloria".
La risposta l´ho capita domenica ai campionati italiani master di corsa su strada.
I dieci chilometri da percorrere sotto il sole che picchiava in testa senza nessun ritegno, hanno rappresentato per molti un impegno più duro di quello preventivato. La disidratazione trasformava gli ombrelloni dei ristori in palme ondeggianti. I rettilinei erano strade prive d´ombra che apparivano interminabili.
Il percorso teoricamente velocissimo, si è trasformato in una salita progressiva.
Questa visione personale è sicuramente influenzata dal colpo di calore che ho avuto durante la gara. Purtroppo dopo cinque chilometri la mia energia era finita, letteralmente evaporata. A nulla è servito trasformare la canottiera in top e correre con le mutande del costume. A due chilometri dall´arrivo ero cotta. Il mio viso ha assunto gradualmente una gradazione rossa, bianco, verde in onore dei campionati.
Un compagno di squadra che mi ha superato a meno di un chilometro dall´arrivo, dopo aver visto il mio aspetto, mi ha suggerito di fermarmi.
"No!", ho risposto lucidamente nella mia follia. Ero lì per la squadra. Non ho mai contemplato il ritiro dal 1990, anno in cui corsi la mia prima gara, non lo avrei fatto certamente ora.
Mi sono tenuta il fianco con due mani nell´ultimo tratto, ho allontanato un medico che voleva portarmi via a qualche metro dall´arrivo: "Devo tagliare il traguardo!".
Quella striscia blu l´ho schiacciata camminando e poi il buio.
Non riuscivo a respirare. Ho visto il mio sangue risalire verso il cielo. Era finito nel tubo della flebo. L´azzurro e il bianco di piccole nuvole stavano sopra di me. Per un attimo c´era pace e silenzio.
Ricordo gli occhi di chi mi ha aiutato e Grazia che mi ha soccorso dicendomi parole importanti.
Non ero l´unica per terra e forse ero quella che stava meglio. La mia compagna di squadra era al mio fianco, anche lei con la flebo. Un´altra stava male in un angolo all´ombra. Il nostro presidente sta facendo i preventivi per ottenere un´ambulanza privata per la prossima gara!
Nessuna si è ritirata.
La forza per finire una corsa si trova dentro. Non è saggio portare il fisico a questa sofferenza, sarebbe stato astuto indossare un capellino bagnato, ma l´esperienza viene facendola.
Nella corsa la testa conta più del fisico in queste situazioni. Nell´annebbiamento totale in cui si trovavano i neuroni, la determinazione nel raggiungere un obiettivo ha comandato le gambe.
Lo stesso avviene nella vita. Ci sono momenti in cui la ragione va in vacanza, allontanata dal dolore.
"Da dove arriva la forza per andare avanti?", mi son chiesta tante volte davanti allo specchio.
Da dentro. Chi è forte resta in piedi e il suo sorriso cancella ogni lacrima.


Fonte: Emanuela Pagan

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio